You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

Loading...

NEWS | PAVIMARO PALLACANESTRO MOLFETTA


Molfetta a Fasano, l’imperativo di Caniglia: «Iniziare l’anno col piede giusto»



La guardia biancorossa alla vigilia del match esterno dell’Epifania: «Avversari validi, ma vogliamo vincere»

 

La Pavimaro impegnata nel giorno dell’Epifania. Dopo la volata di dicembre (da Francavilla a Matera, passando per Altamura e Monteroni) che ha portato la Pavimaro Molfetta in vetta alla serie C unica, la squadra del presidente Solimini torna sul parquet per la prima del 2024 al nuovo Palazzetto dello Sport di Fasano, sabato 6 gennaio alle ore 19.00, nel dodicesimo turno d’andata. «Ci arriviamo dopo la vittoria contro Matera, al termine di una partita disputata con grande personalità - ha affermato alla vigilia del match Silvio Caniglia -. Non un risultato da poco, ma un successo di quelli che infonde molta fiducia nel gruppo e aumenta l’autostima, frutto del grande lavoro svolto dallo staff tecnico e da tutta la squadra». All’orizzonte, adesso, c’è la sfida di Fasano (i padroni di casa sono noni, a -4 dal quintetto che comanda il torneo regionale) contro una formazione, quella di coach Serrano, che gli addetti ai lavori hanno definito “albiceleste”. Tre, infatti, i giocatori di origini argentine in rosa: la guardia Acuna, che alla prima stagione in Italia sta viaggiando alla media di 23.4 punti a partita, il play Paparella che con i suoi 11.4 punti a partita ha in mano le chiavi della cabina di regia della squadra e l’ala piccola Quarone (11.0 punti a partita). Altri punti di riferimento sono sicuramente l’ex Lecce Feruglio (11.4 punti a partita) e l’ex Assi Brindisi Argento (9.6 punti a partita).

 

I biancorossi vogliono iniziare il 2024 con il piede giusto. La settima vittoria stagionale, la quinta fra le mura di casa, in un PalaPoli divenuto un vero e proprio fortino, ha rafforzato le certezze. Ma per Caniglia, quella contro la battistrada Matera, non ha rappresentato la vittoria della svolta: «Non lo è e non lo sarà - ha detto la guardia biancorossa cresciuta nei Ballers -, ma è stata solo una grande soddisfazione: il percorso è ancora molto lungo e tortuoso». A partire dall’impegno in programma il giorno dell’Epifania, l’ultima trasferta degli uomini di coach Gesmundo ad un solo turno dal giro di boa: «Affrontiamo un avversario che ha molta qualità - ha detto ancora - e giocatori importanti. Non inganni la classifica». Caniglia non si fida degli avversari e vuole assolutamente i due punti, l’ottava vittoria stagionale: «In queste ultime settimane (Molfetta tornerà in campo sabato dopo le festività di Natale e ben quattordici giorni di stop forzato), ci siamo allenati con costanza, abbiamo studiato Fasano e ripassato tutti i nostri schemi - ha proseguito l’atleta biancorosso -. Sono avversari validi, ma vogliamo continuare a correre velocemente perché vogliamo iniziare il nuovo anno con il piede giusto. Meritiamo i punti che abbiamo (14 dopo 10 giornate) e vogliamo confermare il primato», ha concluso Caniglia. 

 

Nicola Miccione

Ufficio stampa Pallacanestro Molfetta

Share on Facebook
INDIETRO - AVANTI